A volte, come molti riportano, i semplici guanti non bastano a fermare il freddo che avanza sulle dita fino ad arrivare a dare veramente fastidio.
Purtroppo è inevitabile, dato che il guanto continua a ricevere aria fredda su di esso, e anche le varie membrane impermeabili che provano a fermarlo, non riescono a far contenere il calore all'imbottitura interna, che sia primaloft, thermolite, thinsulate o polartec etc...

Ecco che Klan, marchio olandese, ha trovato la soluzione definitiva.
"Semplicemente" facendo passare una resistenza (filo di rame) lungo tutto il guanto, giacca, pantalone o calzino, e collegando le estremità dello stesso ai poli di una batteria creando così un circuito che va a scaldare il filo all'interno, e di conseguenza il capo indossato.

Una genialata!!! che si fa sentire, e soprattutto fa stare bene, rendendo così il guanto "attivo" e non più passivo come siamo abituato a conscerlo.

Così Klan ha voluto creare, a quest'anno una serie di capi come i guanti in 3 modelli diversi, tutti e tre impermeabili al 100%:

Excess PRO 3.0 (top di gamma con palmo in pelle, protezioni morbide in TPU sul palmo e termoformate 3D sulle nocche )
Infinity 3.0 (medio di gamma con inserti in pelle per il grip, protezione in TPU su palmo ed una comoda protezione in EVA sulle nocche)
- Urban (Entry level della casa con interno in Thinsulate e micropile)

tutti e tre i guanti sono riscaldabili a batteria, o direttamente con un cavo che verrà collegato alla moto.
La prima soluzione sarà la più comoda ma allo stesso tempo ci limita l'utilizzo dovuto alla autonomia, il secondo caso invece poco più scomodo, ma sicuramente più performante e senza limiti di tempo.

Le batterie che possono essere acquistate sono di varie tipologie:

- Batteria da 7,4V e 2,2A
- Batteria da 7,4V e 3A
- Batteria da 12V e 3A

Da notare che l'amperaggio (A) determina la durata della batteria mentre invece il voltaggio (V) la potenza di riscaldamento.
Più alto sarà il voltaggio e meglio scalderà, ma ridurrà l'autonomia della batteria se non con abbastanza Ampere.

Invece con la "configurazione a cavo" abbiamo 3 diversi metodi per alimentarli:

- K-C-Battery - cavo che porta direttamente alla batteria, da collegare ai morsetti
- K-C-BMW - Il cavo termina all'estremità con la presa DIN presente su moto come BMW - TRIUMPH - KTM - DUCATI etc.
- K-C-Universal - il cavo presenta all'estremità la tradizionale presa accendisigari.

In questo caso però, dalla nostra parte avremmo solo un jack con l'alimentazione, e l'acquisto di un "Cavo sdoppiatore" è obbligatorio, cosi da poter portare l'alimentazione su due punti differenti, magari per comodità di guida, facendoli anche passare nelle maniche della giacca.

della linea Klan oltre i guanti, potremmo trovare anche le calze disponibili in più misure, ed esattamente come i guanti, avrenno lo stesso modo di poter essere riscaldate, batteria o cavo che sia, ed in questo caso il "cavo sdoppiatore" verrà fatto passare nei pantaloni per maggiore comodità.

Ma non solo mani e piedi sicuri al caldo.
Anche la sezione di SOTTOGIACCHE e PIUMINI avrà lo stesso identico meccanismo di alimentazione, solo che oltre alle batterie consigliate per guanti e calze, la Klan mette a disposizione altre due batterie di maggiore capacità, che allungano del doppio l'autonomia (purtroppo per guanti e calze sono troppi grandi e pesanti da essere sfruttate):

- Batteria da 7,4V e 6A
- Batteria da 12V e 6A

In questo caso comode da mettere nella tasca interna ed, eventualmente, unite ad un piccolo cavo che divide possiamo portare l'alimentazione anche al SOTTOPANTALONE

Il comodo di avere un capo come la SOTTOGIACCHE ed il SOTTOPANTALONE possiamo unire rispettivamente i guanti e le calze grazie a dei cavi integrati, negli avanbracci e sui polpacci, che prendono alimentazione dalla stessa sottogiacca o sottpantalone, cosi da poter fare un unico collegamento con tutti i capi proposti dalla casa.

Ed ora, una volta capito il concetto, non serve altro che premere il tasto di accensione a lungo per far si che l'alimentazione cominci a scaldare le nostre giornate invernali, perchè si sa, è proprio durante l'inverno che possiamo incontrare i paesaggi e panorami migliori di tutto l'anno, "godendoceli al calduccio" sulla nostra moto, o semplicemente durante una passeggiata!
Next
This is the most recent post.
Post più vecchio

0 commenti:

Posta un commento